domenica, febbraio 03, 2013

Braccialetto shamballa



È scoppiata la mania... visto uno per caso, non ho più resistito, belli, antiallergici, rustici, poco impegnativi...mi sembrano proprio l'ideale per tutti i giorni e poi anche facili da fare, una volta capito bene il nodino a punto macramè.

L'occorrente:
filo cerato o meno, coda di topo sottile, ma io preferisco il primo perchè il nodo rimane fermo, cordini di vario tipo insomma;
Perle di varia forma, materiale e colore con un unico obbligo: foro grosso altrimenti far passare il filo è dura soprattutto se la perla è lunga;
Forbicine;
Colla attak.

Per prima cosa bisogna tagliare i fili che devono essere tre: 2 lunghi circa 90 cm (che sono i due fili che formeranno i nodi) e 1 lungo circa 30/35 cm (in pratica la misura del braccialetto più i cm che devono servire per la chiusura scorrevole).

Il filo corto deve stare SEMPRE in mezzo ai due fili lunghi

Verso il fondo





All'inizio con il filo più corto che fuoriesce dai due fili laterali di circa 8 cm



Cercando di mantenere il più possibile il filo più corto nel mezzo fare un nodino che comprenda tutti e tre i fili



I tre fili allargati per farli vedere bene... d'ora in poi il sinistro sarà il sinistro guardando la foto, in mezzo il filo corto che rimarrà sempre fermo in mezzo e il destro sempre guardando la foto


A questo punto incomincia la serie di nodini a punto macramè. Il numero dei nodini dipende dal gusto, dal braccialetto, da quante perle si vogliono mettere, più perle ci sono meno nodini ci sono, con perle voluminose ci vanno più nodini, ma tutto è a gusto. Le scelte sono infinite.

Primo nodini: si appoggia il filo sinistro SOPRA il filo di mezzo
Si appoggia il filo di destra SOPRA quello di sinistra





















Si passa il filo di destra appena appoggiato sul sinistro sotto i fili e lo si fa uscire da SOTTO in su nell'occhiello di sinistra formando il nodo

Il filo di destra come si vede, spero, esce nel buco di sinistra da sotto in su e quindi è SOPRA il filo dell'occhiello di sinistra. Sembra difficile, ma non lo è :-)


Tirare delicatamente il filo destro e il filo sinistro e formare il primo nodino a punto macramè




Il filo che esce a sinistra, sempre guardando la foto, esce da sotto e quindi è SOPRA il filo dell'occhiello di sinistra. E' importante farci l'occhio, ma dopo lo vediamo spero meglio.











Ora si ricomincia, ma in senso inverso. Il filo di sinistra va SOTTO il filo di mezzo, il filo di destra passa SOTTO il filo di sinistra appena fatto e il filo di destra va dentro l'occhiello di sinistra da SOPRA in giù



In questo caso il filo di destra che si forma lo trovate SOTTO il filo dell'occhiello di destra. Tirare i due fili  esterni e formare il secondo punto. Se guardate le foto, magari ingrandendo vedrete che il primo nodo ha il filo che esce sopra l'occhiello e il secondo esce sotto l'occhiello. Proseguire facendo sempre questi due nodi.


Qui i vede bene che il filo di destra esce da sotto l'occhiello di sinistra.
Quando si infila una perla o una pietra si continua nello stesso modo sempre tenendo presente l'alternanza: quando il filo che esce è sopra si prosegue il filo sotto, quando è sotto si prosegue con il filo sopra. Piccolo suggerimento, se si fa fatica a far passare il filo nella perla, soprattutto quando lunga, passare un po' di colla alle del filo di mezzo, Indurendosi sarà più agevole passare da parte a parte.


Q



Ed ora passiamo a qualche braccialetto già fatto

Con pietre e qui si può notare la chiusura scorrevole, fatta lasciando al centro i due fili lunghi centri e facendo il nodino con un pezzetto di filo tagliato a parte e facendo sempre il medesimo punto macramè.



Con pietre di ceramica smaltata a cui ho aggiunto due orecchini fatti con il medesimo punto


Pietre di vario materiale: legno, fimo, metacrilato

ATTENZIONE A TAGLIARE I FILI LUNGHI ALLA FINE... quelli centrali servono per la chiusa e passare un goccio di colla sul punto dei fili tagliati. Ai due fili rimanenti dopo la chiusura infilare due perle o due schiaccini o un semplice nodino per non far scappare via il filo e perdere il braccialetto.

Se tutto ciò come probabile non fosse chiaro, su youtube basta digitare shamballa e si apre un mondo.

4 commenti:

Vanda C. Cardoso ha detto...

Ciao Tina, volevo ringraziarvi per la vostra visita il mio blog e il commento affettuoso, e io sono qui per fare una visita, mi è piaciuto il tuo blog, i tuoi messaggi, tutti cosa molto vario e molto interessante, caro successo e mi fermo qui e sto partecipando il tuo blog, si conosce già il mio lavoro e vorrei partecipare al mio blog sarà anche un piacere averla con me, abbracci e hanno un grande Domenica.
http://crochesartesanatosvanda.blogspot.com.br/

Rosetta ha detto...

Li conosco già, ma rivederli qui ben specificati mi fa un piacere enorme.
Sei fantastica, hai un modo di comunicare e di spiegare che fa sanamente invidia.
Sono bellissimi.
Vado a fare visita alla tua nuova amica.
Mandi

patriziap ha detto...

Spiegazioni chiarissime,appena avrò tutto l'occorrente, li farò anch'io.
Brava! Mi piacciono tutti!
Ciao

patriziap ha detto...

Che belli! Mi piacciono tutti!
Le spiegazioni sono chiarissime!
Ciao