sabato, febbraio 26, 2011

Fregula e cavolo romano

Avevo un cavolo romano che mi guardava, ma non avevo voglia di fare i maltagliati
e allora mi è venuta in mente di usare la fregula che ho
comprato recentemente su un banchetto di prodotti
sardi.
Ho aperto il cavolo tagliando le cimette e dopo aver
rosolato l'aglio nell'olio nella pentola a pressione ho
aggiunto le cimette, un bicchiere di salsa, un bel
cucchiaio di dado casalingo, un bicchiere d'acqua
e ho chiuso la pentola per 20 minuti.
Sfiatato, riaperto, ho finito di schiacciare con la
forchetta le cimette e poi ho aggiunto la fregula,
acqua fino a coprire con un dito d'acqua pasta e
cavolo e ho di nuovo chiuso, calcolando 10 minuti
dal fischio.
Ho riaperto e secondo la quantità di acqua rimasta
ho lasciato cuocere fino ad avere la densità desiderata.
Salare se occorre, spegnere, pepare e aggiungere
un piccolo giro di olio exv.
Nessuno ha rimpianto i maltagliati

4 commenti:

Rosetta ha detto...

La fregula non ce l'ho ma domani posso fare l'orzo.
Bella ricettina, grazie Aurora.
E ci credo che nessuno ha rimpianto i maltagliati guarda un pò che bel piattino !
Mandi

Il Cortile ha detto...

In effetti l'orzo va benissimo e va altrettanto bene il farro. Io l'ho già fatta con il farro e ti assicuro che non è niente male.
Ciao

Donatella ha detto...

Gustosissima questa ricetta, non ho la fregula ma penso che la farò con i "scucuzzun" che ho preso in Liguria.
Brava Aurora!!!

Il Cortile ha detto...

Brava Donatella... ci pensavo ieri, ma non mi veniva il nome..gli scucuzzi,,, sono perfetti!